POTATURE PIANTEROSE

Potatura delle Rose

Le rose tra tutti i tipi di fiori sono sicuramente una delle specie più apprezzate per il loro profumo, i loro colori e i diversi significati che questa pianta rappresenta.
Avendo un gambo spinoso e i petali delicati la rosa si piazza come classifica tra le piante che più preoccupano chi è poco pratico di giardinaggio.

Quando ci si appresta alla potatura delle rose bisogna adottare la massima cura e attenzione al fine di:

  • Preservare la salute delle Rose tagliando le branche secche o malate rimuovendo i succhioni, cioè quei germogli che faticano a nascere sviluppandosi nella corteccia legnosa della pianta.
  • Fare attenzione a curare l’aspetto estetico rendendolo piacevole agli occhi di eventuali osservatori, modellando la forma della pianta secondo il proprio gusto.
  • Cercare di favorire la rinascita e la rigenerazione naturale della pianta.

Periodi di potatura delle Rose

Tutte le rose devono essere potate con circa due o tre volte l’anno, in particolare in tardo inverno quando la natura si risveglia e si rigenera per far posto alla primavera, e alla fine dell’estate per rimuovere i boccioli appassiti.
Alla fine dell’estate si deve far attenzione a scongiurare il fatto che il freddo rigido invernale comprometta lo stato di salute dei nuovi germogli.
I nuovi germogli impiegano dai 45 ai 60 giorni per sviluppare.

Tecniche da usare nella potatura delle Rose

Prima di addentrarsi sull’uso di diverse tecniche nella potatura delle rose bisogno capire a quale specie appartiene la nostra pianta e il grado di sviluppo della pianta.
Quasi sempre le piante di Rose vengono recise con tagli decisi e netti andando dal basso verso l’alto, concentrandosi sopratutto sui rami che sono diventati secchi e improduttivi.

Una delle tecniche più utilizzata è la tecnica del taglio dei rami incidendo delle ferite sugli steli che rimarginandosi, genereranno nuova vita a gemme e boccioli.
A seconda del taglio scelto si può procedere con una potatura di accorciamento di eliminazione.
Con una potatura di eliminazione vengono rimossi in todo i rami secchi, malati o improduttivi ed è fatto soprattutto sulle rose mature, mentre con una potatura di accorciamento si accorciano semplicemente i rami ed è fatto soprattutto sulle rose giovani.

Quali attrezzature usare?

Le attrezzature da utilizzare per una potatura ottimale delle rose variano a seconda della dimensione del ramo da recidere.

Trai più usati:

  • Il tagliasiepe: per modellare e dare una forma alle rose
  • Lo svettatoio e lo scaletto: per i rami più alti
  • La cesoia: per i rami sottili
  • Il segaccio: per i rami più spessi e consistenti

Concludendo se vuoi affidare la potatura del tuo roseto ad un professionista esperto puoi contattarci nell’apposita sezione “Contatti“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *